SMS Partner si impegna concretamente a favore del clima e del digitale sostenibile con CAPTE: Collectif d’Acteurs pour la Plantation et la Transition Environnementale. Oltre ad essere una scelta senza precedenti per una piattaforma SMS, è un impegno che completa le iniziative già intraprese presso la sede stessa dell’azienda.

Lo sapevi?

Se il mondo digitale fosse un paese, sarebbe il sesto paese a generare più inquinamento. L’inquinamento digitale, che si riferisce alle conseguenze negative delle nuove tecnologie sull’ambiente, si divide in due partis : la produzione e il consumo di energia.

Lo sviluppo della tecnologia digitale comporta un consumo sempre maggiore di energia elettrica. Secondo il rapporto Clinking Clean, il settore digitale consuma il 7% della produzione mondiale di energia elettrica. E gli SMS?

In effetti, considerando la sfida che oggi rappresenta il cambiamento climatico, abbiamo deciso di agire studiando l’impatto reale che l’invio di una campagna SMS può avere.

Qual è l’impatto ambientale di una campagna SMS?

In questo campo, gli esperti di Green It, specializzati nel digitale sostenibile, hanno analizzato la carbon footprint degli SMS. Secondo questo studio, l’SMS emette 0,00215 grammi di CO² per messaggio inviato. Per fare un paragone, ecco alcuni esempi riferiti altre operazioni digitali:

  • Una ricerca su Google : semplicemente premendo il pulsante “Cerca”, emettiamo l’equivalente di una quantità di CO² copresa tra i 5 e i 7 grammi..
  • Invio di un’e-mail : una mail che non contiene allegati emette da sola 0,014g di CO².

L’invio di un messaggio SMS emette quindi quasi 10 volte meno carbonio rispetto all’invio di una mail. E’ proprio per questo motivo che molti esperti ecologisti raccomandano l’utilizzo degli SMS per comunicare, perché consumano meno energia.

Calcolare, ridurre, compensare… un processo di continuo miglioramento!

La piattaforma ha deciso di impegnarsi per il clima rispettando la seguente regola: calcolare, ridurre e compensare la propria impronta di carbonio. L’obiettivo perseguito dall’azienda è semplice: raggiungere l’azzeramento delle emissioni di anidride carbonica. Ciò consiste nel ridurre gradualmente le sue emissioni e nel compensarle attraverso il cofinanziamento di eco-progetti che permettono di assorbire i gas a effetto serra. Per raggiungere questo obiettivo, il nostro team ha avviato una partnership con CAPTE, una giovane start-up marsigliese che pianta alberi, in particolare nelle aree agricole.

Un impegno che ha senso per SMS Partner

Vincent Poullain, CEO di SMS Partner, spiega la propria scelta: « Questo impegno non fa che confermare gli sforzi già messi in atto da diversi mesi presso la sede di SMS Partner per ridurre il nostro impatto ambientale. Al momento stiamo studiando diverse soluzioni per ridurre l’impronta carbonica dell’azienda e, più concretamente, ci siamo impegnati a piantare 13 alberi in Colombia per ogni milione di SMS inviati dalla nostra piattaforma.”

SMS Partner innova e diventa così la prima piattaforma SMS a zero emissioni di carbonio che pianta alberi!

Il progetto: “Le sorgenti di Zapatocà” in COLOMBIA

L’obiettivo principale è quello di neutralizzare il carbonio, nell’ambito della lotta contro il cambiamento climatico, ma anche di partecipare al ripristino ecologico delle aree degradate per proteggere le sorgenti idriche, in collaborazione con gli agricoltori locali. La Colombia è un paese che soffre di gravi problemi di deforestazione, anche se ospita più di due terzi della biodiversità del pianeta.

Il progetto “Sorgenti di Zapatocà” è nato nel dipartimento di Santander in Colombia, a 1800 metri di altitudine in un clima tropicale secco. Zapatocà è un piccolo villaggio rurale. L’obiettivo è quello di rendere verdi le aree dove nascono le sorgenti, piantando alberi autoctoni (il cacao agroforestale, caffè e agrumi completeranno queste piantagioni) e adatti al contesto locale.

 

I benefici di questi alberi, oltre all’assorbimento del carbonio, sono molteplici: i principali sono l’aumento della biodiversità e la creazione di nuove risorse per le popolazioni locali.

A proposito di CAPTE

CAPTE è un’azienda nata a Marsiglia alla fine del 2016 e sta per Collectif d’Acteurs pour la Plantation et la Transition Environnementale (Associazione di Attori per la Piantagione e la Transizione Ambientale). Riunisce una SAS (Società per Azioni Semplificata) e delle associazioni di sviluppo locale in Tunisia e Colombia. Ha il marchio ESUS: Entreprise Solidaire d’Utilité Sociale.

La missione di CAPTE consiste nel proporre soluzioni volontarie di compensazione del carbonio che siano pienamente in linea con la lotta al cambiamento climatico e lo sviluppo della solidarietà. Per raggiungere questo obiettivo, l’associazione installa sistemi agro-forestali o forestali mantenendo al centro delle sue azioni i piccoli e grandi soci, agricoltori e comunità locali.

Fayçal Boulkout, CEO di CAPTE: “Siamo sempre di più a renderci conto delle drammatiche conseguenze che potrebbero verificarsi se non agiamo subito. CAPTE permette ai cittadini e alle aziende, piccole o grandi che siano, di intraprendere azioni semplici e concrete”.

Nos références